Regole del Poker

Introduzione

Lo scopo di questa pagina è quello di dare un'idea generale di come il poker viene giocato. Per coloro che hanno bisogno di maggiori dettagli su particolari aspetti della normativa ci sono le pagine più dettagliate sul valore delle mani, la modalità delle puntate, e le specifiche varianti di poker come il Seven Card Stud, Texas Hold'em, Omaha e 5 Card Draw Poker, che sono elencati nella pagina delle Varianti del Poker.

Giocatori, Carte e Obiettivo

Tradizionalmente, il poker è stato pensato come un gioco per un numero di giocatori che varia da 2 a 7, ma idealmente il numero perfetto sarebbe di almeno 6 0 7. Tuttavia, alcune varianti possono essere giocate da più di sette giocatori, mentre altre vanno bene per un piccolo numero di essi - anche con solo due come nei testa a testa che nei tornei prendono il nome di "heads up". Notoriamente il poker si gioca in senso orario.

Nel Poker, a meno che non si tratti di particolari varianti regionali come il Poker all'italiana in cui il numero delle carte in uso è direttamente proporzionale a quello dei giocatori, vige uno standard internazionale che prevede l'utilizzo di 52 carte da gioco, e nella maggior parte delle sue molteplici versioni non ci sono jolly. Il valore delle carte, dall'alto verso il basso, è A, K, Q, J, 10, 9, 8, 7, 6, 5, 4, 3, 2. In alcune circostanze l'asso può essere usato come una carta bassa, sotto al Due. A meno che non stiate giocando una mano di Poker all'italiana ai fini del confronto tra le mani tutti i semi sono uguali.

Il Poker viene normalmente giocato per soldi, ma è preferibile utilizzare i chip per praticità durante le partite reali. Questi in genere sono disponibili in tagli diversi, a volte etichettati con i numeri 1, 2, 5, 10, 20, 50, 100, 500, e talvolta in colori come il bianco, rosso, blu, i cui valori devono essere concordati. I giocatori comprano i chip alla cassa per poi riscattarli per soldi alla fine di ogni torneo o partita.

A grandi linee, un giro di poker viene giocato come segue.

  1. I giocatori piazzano una puntata iniziale, se richiesto dal gioco in corso, ponendo alcuni dei loro chip in uno spazio centrale comune conosciuto come il piatto o pot.
  2. Il mazziere distribuisce le carte ai giocatori.
  3. I giocatori guardano le proprie carte, e hanno la possibilità di aumentare la loro puntata, incrementandola con nuovi chip da aggiungere al piatto. Se la puntata sarà stata incrementata, tutti gli altri giocatori dovranno quindi pareggiarla oppure abbandonare la mano che in gergo si dice "foldare" dall'inglese to fold, scartando le proprie carte e abbandonando le chip che hanno precedentemente versare tutte le chip che hanno finora contribuito al piatto.
  4. I giocatori che non hanno foldato prendono il nome di giocatori attivi. Quando tutti i giocatori attivi avranno contribuito a pareggiare la puntata incrementata versando gli ulteriori chip sul piatto, sarete giunti alla fine del primo giro di puntate. Secondo la variante giocata, ulteriori carte potranno essere chiamate o cambiate, dopo di che ci sarà un altro giro di puntate, e così via.
  5. Quando l'ultimo round di puntate sarà terminato ci sarà una resa dei conti che prenderà il nome di showdown: tutti i giocatori attivi mostreranno le proprie carte, e chi avrà la miglior mano di cinque carte vincerà il piatto. È divertente notare che se in qualsiasi momento un solo giocatore resta attivo, quel giocatore vincerà automaticamente il piatto senza dover necessariamente mostrare le proprie carte.

L'obiettivo del poker è ovviamente quello di vincere soldi, e ci sono due modi per farlo.

  1. Avere la migliore mano di cinque carte allo showdown.
  2. Convincere tutti gli altri giocatori a foldare.

La seconda di queste due possibilità è quella che crea la possibilità di bluff. Se tutti crederanno che probabilmente avete una buona mano, poi quando si alzerà la posta, potrebbero preferire foldare piuttosto che aggiungere chip su un piatto che probabilmente perderanno. Se tutti i vostri avversari chiameranno il fold avrete automaticamente vinto, anche se la vostra mano potrà in realtà essere molto peggio delle altre.

Valore delle Mani di Poker

Naturalmente è necessario sapere quali mani battono le altre. Cominciamo con il precisare che una mano di poker è sempre costituito da cinque carte, anche se in alcune varianti si può avere più di cinque carte tra cui scegliere per comporre la mano migliore possibile, ma in questo caso tutte le carte non utilizzate saranno irrilevanti ai fini di un confronto.

Nel poker standard, tranne quindi alcune varianti regionali come il Poker all'italiana, il valore delle mani da quella più alta a quella più bassa è il seguente.

Scala di Colore(Straight Flush)
Cinque carte consecutive dello stesso seme. L'asso può essere contato come elevato per rendere il più alto tipo di scala reale, che è AKQJ-10 di un vestito, a volte conosciuto come una Scala Reale. Ace può essere bassa per rendere (5-4-3-2-A), ma non alta e bassa contemporaneamente (per esempio 2-AKQJ non è valido).
Poker(Four of a Kind)
Quattro carte dello stesso valore e una carta altri, ad esempio 9-9-9-9-Q. Four of a kind sono talvolta noti come quad o in alcuni paesi non di lingua inglese come un poker. La carta dispari - la regina nell'esempio - si chiama kicker.
Full(Full House)
Tre carte dello stesso valore più una coppia di carte di un altro rango, come il 5-5-5-KK, che verrebbe descritto come "Five pieni di re". Una casa piena è conosciuto anche come una barca.
Colore(Flush)
Una scala composta da cinque carte dello stesso seme (non tutti consecutivi, altrimenti sarebbe una scala reale).
Scala(Straight)
Cinque carte consecutive di fila, non tutti dello stesso seme. Il più alto è AKQJ-10 e un Asso può invece essere considerato il più basso per rendere la scala più bassa 5-4-3-2-A, che è talvolta chiamato unaruota. Un Asso non può essere all'interno di una scala - per esempio 4-3-2-AK non è una linea retta.
Tris(Three of a Kind)
Tre carte dello stesso valore e due carte di varie classi: per esempio 7-7-7-10-6. Questo è noto anche come una terzina o viaggi.
Doppia Coppia(Two Pair)
Due carte dello stesso valore, due carte di un secondo rango e una carta di un terzo posto (il kicker), ad esempio JJ-3-3-8.
Coppia(Pair)
Due carte dello stesso valore e tre carte di varie classi: per esempio QQA-8-7.
Carta più alta o Niente
Una mano che non rientra nelle categorie sopra può essere considerata per la presenza della carta più alta(High Card) o talvolta Niente(No Pair), vale a dire cinque carte di diverso valore, con nessuna di queste consecutiva.

Ogni mano di un tipo superiore batte qualsiasi mano di un tipo inferiore. Quando si confrontano due mani dello stesso tipo, la classifica è determinata dal valore delle singole carte. In questo senso è opportuno considerare principalmente il valore delle carte che compongono il valore più alto viene confrontato prima, se questi sono uguali, il valore di tutte le altre carte verrà confrontato. In definitiva quando due mani si eguagliano, le carte di più alto valore sono confrontate per prima delle altre.

Si noti che nel poker standard i quattro semi sono tutti uguali, e che le mani sono composte da soltanto cinque carte. Pertanto, se due giocatori si ritrovano con cinque carte che sono uguali e che si differenziano soltanto per il loro seme, ci sarà un pareggio e dovranno condividere l'eventuale vincita.

Esempi:

  • 4-4-4-7-7 batte 2-2-2-KK perché 4 è superiore a 2, e 4-4-4-3-2 batte 2-2-2-AK per lo stesso motivo.
  • 5-5-5-9-9 batte 5-5-5-6-6 (queste due mani potrebbe apparire insieme in un gioco con carte comuni o jolly).
  • KK-2-2-A batte 7-7-3-3-Q, perché sono prese in considerazione le coppie di valore superiore ed il re batte il 7.
  • 7-7-3-3-Q batte 7-7-2-2-A, perché anche se la coppia di valore superiore è uguale, il 3 batte il 2.
  • AK-8-3-2 batte AK-7-6-5, perché 8 è superiore a 7, e le due carte più alte sono uguali.
  • 6-5-4-3-2 batte 5-4-3-2-A, perché l'Asso in quella posizione ha il valore di carta più bassa.

Il valore delle mani sopra esposto si applica al poker standard. Ci sono tuttavia delle varianti di poker in cui il valore delle mani può variare, per esempio:

  • giochi con le matte - le carte che possono essere utilizzate per rappresentare un'altra di qualsiasi seme o valore;
  • low poker o lowball, in cui la mano più bassa vince - anche nella componente "low" dei giochi high-low in cui le mani più alte e più basse condividono il piatto;
  • giochi con mazzi ridotti o "Stripped" - Mazzi con meno di 52 carte ottenuti eliminando le carte più basse come nel caso del Poker all'italiana.

La pagina sul valore delle mani di poker fornisce ulteriori dettagli.

Preparazione

Prima di iniziare una partita di poker, è necessario essere chiari e decidere quale delle varianti del poker si vorrà giocare e quale posta è in gioco.
Se si gioca in un casinò o su un torneo online, queste decisioni sono già state effettuate dalla struttura ospitante e sedendosi ad un tavolo si accettano sia il tipo di gioco che la posta.
Lo stesso discorso vale anche se si partecipa a un prestabilito gioco organizzato in forma privata: è necessario chiedere quale siano le regole della casa e l'ammontare della posta e rispettarli. Se si gioca regolarmente con lo stesso gruppo di persone, probabilmente avete già risolto questi problemi se giocate sempre allo stesso modo, nessuna discussione può essere necessaria.
Tuttavia, se nuovi giocatori vorranno unirsi al vostro gruppo, è importante assicurarsi fin dall'inizio che ognuno capisca le regole della casa e la posta in gioco. Ognuno dei nuovi giocatori potrebbe infatti essere abituato a giocare con varianti e/o poste diverse, e le controversie dovute ad incomprensioni, che potrebbero eventualmente sorgere nel corso di una partita, potrebbero essere molto difficili da risolvere in modo equo e amichevole.
Che variante?
Ci sono centinaia di diverse varianti di poker - vedere la sezione varianti su questa pagina per una sintesi di alcuni tra quelle più popolari, e la pagina di varianti del poker per un elenco più completo.
Mentre i casinò online e le poker room offrono dei tavoli in cui si pratica una determinata variante di poker, tra amici può capitare che ad ogni giro si applichino le condizione del mazziere o dealer di turno che potrà così scegliere quale variante di gioco utilizzare.
Che limiti?
Poker è in larga misura un gioco fatto di gestione del denaro, quindi la struttura delle puntate ha un effetto significativo sulle tattiche di gioco. La domanda "Che limiti?"  si scompone in più parti.
  • Quanto si deve pagare per il piatto per cominciare la mano? Tipicamente questo può essere versato nella forma di un ante, pagato da tutti i giocatori prima di ogni giro, o un buio o blind, pagato da solo uno o due dei giocatori, a ruota seguendo il giro del dealer.
  • Qual è l'importo minimo e massimo di ogni puntata (o rilancio)? La scelta potrebbe essere a limiti prefissati o senza limiti.
  • Quante volte una puntata può essere rilanciata nell'ambito di un giro di puntate? Alcuni giocatori pongono un limite di tre o quattro rilanci, mentre altri preferiscono continuare a rilanciarsi a tempo indeterminato.
Per i dettagli su tutte le possibili strutture di puntate, potete approfondire alla pagina puntate nel poker.
Qualunque siano i limiti di puntata stabiliti, se si sta utilizzando chip o giocate direttamente con i contanti, il poker è oggi generalmente giocato per limiti o Stakes del tavolo. Ciò significa che un giocatore non può introdurre denaro extra nel gioco durante una mano. Una volta che il gioco è iniziato, si può solo puntare con i chip o il denaro che averete di fronte a voi, chiaramente visualizzati sul tavolo.
Un buy-in minimo dovrebbe essere concordato - questo potrebbe essere tipicamente da 10 a 20 volte la puntata minima. Un giocatore che si siede ad un tavolo deve iniziare con almeno questo valore di chip poste dinnanzi a lui. Dopo che un piatto è stato vinto e prima della successiva distribuzione, un giocatore può aggiungere altri chip, ma attenzione che però questi non potranno essere portati fuori dal gioco a meno che il giocatore non lo lasci definitivamente.

Quando il poker è giocato in un casinò, la casa fa un onere per la fornitura, delle carte sul tavolo e rivenditori. Questo è pagato in chip e può assumere la forma di una tot a tempo da ogni giocatore, per esempio ogni mezz'ora in anticipo, o un rake, una percentuale di ciascun piatto trattenuta dalla casa. Le sale da poker online normalmente prendono un rake da ciascun piatto vinto.

La distribuzione e le Puntate(Betting)

Dal momento che nella maggior parte dei giochi di poker il dealer determina un notevole vantaggio di posizione per taluni giocatori, il primo di essi verrà estratto a sorte. Tradizionalmente, uno dei giocatori a caso offrirà agli altri una carta scoperta prendendole una alla volta da un mazzo mischiato ed il primo a ricevere un Jack sarà designato dealer per il primo giro. Poiché questo metodo favorisce un po 'quelli che ricevono le carte per primi, alcuni giocatori preferiscono utilizzare il più equo metodo della carta più alta. Se due giocatori dovessero ricevere la medesima carta alta, sarà il seme a dare il valore maggiore secondo l'ordine decrescente picche, cuori, quadri, fiori (ma si noti che questo ordine seme non viene utilizzata per risolvere eventuali parità nello showdown).

Prima di ogni distribuzione delle carte, alcuni giocatori se non tutti dovranno mettere un posta iniziale nel piatto come concordato. Normalmente ci si mette daccordo in modo che ogni giocatore mette una quantità uguale che prende il nome di ante.

A questo punto il mazziere mescolerà le carte accuratamente e proporrà al giocatore di turno di tagliare il mazzo. Se questo giocatore si dovesse rifiutare, qualsiasi altro giocatore presente potrebbe eventualmente farlo. Quando le carte sono tagliate, ciascuna porzione di esse dovrà contenere almeno cinque carte.

Nota: La posizione del mazziere o dealer è spesso segnata da un token chiamato il bottone del dealer e che di volta in volta viene passato di diritto al giocatore situato a sinistra slittando di una posizione dopo ogni mano. In un gioco formale, ad esempio in un casinò o torneo, la casa fornirà normalmente un mazziere professionista che non gioca, ma mescola e da le carte a partire dal giocatore successivo al bottone del dealer. In questo caso, spesso non vi è alcun taglio. Il dealer si occupa anche della gestione del piatto e degli scarti, e in genere si assicura che il gioco proceda senza intoppi e sopratutto che le regole vengano rispettate. Quando il poker si gioca on line, le carte virtuali sono ovviamente mescolate e distribuite da un software. Infine, la dicitura "dealer" generalmente si riferisce al giocatore che in un determinato giro detiene il bottone del dealer, a prescindere da chi gestisce effettivamente le carte.

Le carte vengono distribuite come richiesto dalle regole della variante di poker che si sta giocando. Nei giochi formali, prima della distribuzione e ad ogni giro di poker viene normalmente bruciata la prima carta. Nei casinò il dealer fa scivolare le carte bruciate sotto la pila di chip che costituisce il piatto.

In vari punti durante o dopo la distribuzione ci sarà un giro di puntate. Quando e come si punta dipende dalla variante di poker giocata, ma i principi sono sempre gli stessi. Durante il giro di puntate distribuzione, scambio e qualsiasi altra attività con le carte saranno sospesi, ed i giocatori avranno l'opportunità di aumentare le loro puntate.

Nella maggior parte delle varianti di poker il primo giro di puntate inizia dal giocatore alla sinistra del mazziere dopo che tutti i giocatori avranno messo lo stesso ante nel piatto. Se solo alcuni dei giocatori hanno messo chip nel piatto - per esempio in un gioco con bui o blind - il round inizierà dal giocatore alla sinistra dell'ultimo buio. Il secondo giro di puntate potrà, secondo la variante, iniziare dal giocatore attivo più vicino alla sinistra del dealer o altrimenti dal giocatore designato al primo round di puntate. Nelle varianti di poker a carte scoperte, ogni giro di puntate potrebbe essere iniziarto dal giocatore che ha la migliore (o peggiore) mano scoperta.

I giocatori giocheranno a poker in senso orario intorno al tavolo, continuando per tanti giri quanti saranno necessari e fino a quando tutti i giocatori attivi avranno giocato il loro turno e coperto le puntate.

Se nessuno ha puntato nel giro in corso, ed il valore dei chip pagato da tutti i giocatori attivi è pari, avrete due opzioni a vostra disposizione:

Check
Se non vorrete puntare chip ma volete riservarvi il diritto di partecipare a eventuali puntate future. Così nel primo giro di puntate, dopo che tutti i giocatori hanno messo il proprio ante, i giocatori attivi dicono spesso check o talvolta pass.
Bet
Potrete sempre puntare chip, spingendoli verso il piatto. L'importo dovrà essere compreso nei limiti minimo e massimo secondo le regole della casa. Il giocatore che fa Bet o punta per primo nel primo giro di puntate si dice che apre le puntate.
Fold
Con il fold state dichiarando che abbandonate la mano, scartando tutte le carte a faccia in giù su un mucchio di scarto, che in gergo è conosciuto come muck. A nessun giocatore sarà permesso vedere le carte scartate. Chi lo farà salterà la mano in corso perdendo così le i chips che ha versato nel piatto sino a quel momento che andranno quindi al vincitore della mano stessa.
Call
Per rimanere in gioco senza incrementare la posta potrete usare il Call. A questo punto dovrete pareggiare l'importo della puntata precedente versando chips nel piatto.
Raise
Se si vuole rilanciare dopo un Bet se non un Call bisognerà puntare una cifra superiore dichiarando un Raise per l'importo che desiderate. Ovviamente come per il Bet anche il Raise dovrà rientare nei limiti della casa.

Il giro di puntate terminerà quando tutti i giocatori attivi avranno dichiarato check, oppure quando tutti gli altri giocatori attivi hanno pareggiato il Bet o il Raise con un Call, o altrimenti quando rimarrà un solo giocatore attivo:

  • Se rimarrà un solo giocatore attivo, questo vincerà subito il piatto, e non dovrà mostrare le sue carte (tranne che in alcune varianti in cui la mano deve avere un requisito minimo per poter vincere il piatto). A questo punto il giro è finito e le carte verranno raccolte, e se la sessione continua si procederà a incrementare il piatto con l'ante per un nuovo giro.
  • Se invece rimane più di un giocatore attivo il giro finirà in pareggio oppure, in base alla variante giocata potrebbe continuare fino allo stadio successivo.

Esempio: Sei giocatori. A, B, C, D, E, F. Tutti pongono un ante di $ 1. Nel primo giro di puntate A fa check, B bet di $ 2 e C fold. Ora D fa Raise di $ 4 ma per far ciò dovrà necessariamente versare$ 6 sul piatto: $2 per coprire il bet di B e $4 per il rilancio. A questo punto E dovrà almeno fare un call di $ 6 se vorrà continuare a giocare. Supponiamo ora che F voglia fare un Raise di altri $ 4. Ecco che F dovrà versare $ 10 in chips: $ 6 per coprire ciò che D ha messo in più e $ 4 per il rilancio. Ora è il turno di A il quale dovrebbe fare almeno un call di $ 10 per continuare a giocare. A decide di foldare. A questo punto B decide di fare un call che gli costa $ 8, ovvero la differenza tra i $ 10 vpagati da F ed i $ 2 pagati precedentemente da B stesso. C è già fuori così è il turno di D che avendo già messo $ 6, potrebbe fare un call da $ 4, ma decide di foldare. E a questo punto fa call di $ 4, ovvero la differenza tra i $ 10 pagati da F e di $ 6 che E stesso aveva già versato. Il call di E termina a tutti gli effetti il giro di scommesse, perché i tre giocatori attivi B, E ed F hanno individualmente corrisposto $ 10 in questo giro. F, che è stato l'ultimo a fare raise, non otterrà un altro turno. Queste puntate tre da $ 10 $ più il $ 6 da D sono combinati con gli ante in modo da formare un piatto di $ 42.

In pratica, la maggior parte dei giri di puntate sono molto meno movimentati di questo. Non di rado un giocatore punterà, tutti gli altri folderanno, e quel giocatore raccoglierà il piatto, vincendo non più degli ante versati dagli altri giocatori.

E 'importante che di volta in volta i giocatori dicano con chiarezza che cosa stanno facendo, pronunciando "Call", "Raise", ecc o facendo un gesto inequivocabile come spingere i chip verso il piatto o scartare le proprie carte. Dopo aver indicato che cosa avete intenzione di fare non vi è permesso di cambiare idea. In particolare, non dovrete mai fare qualcosa come eguagliare la puntata precedente, come se stiate chiamando, poi una pausa per osservare le reazioni degli altri giocatori, e quindi aggiungere un raise come per correggervi.

Quando si gioca a poker accade a volte che un giocatore voglia chiamare ma ha chip insufficienti per corrispondere l'intero importo dell'ultima puntata o di un rilancio. In tal caso, il giocatore può fare call mettendo nel piatto tutti i chip suoi rimanenti. Il giocatore è quindi in "all-in", e avrà diritto a prendere parte allo showdown senza contribuire ulteriori chip. La quantità di piatto che potrà essere vinta da ogni giocatore in all-in sarà limitata al valore di chip versato da ognuno di essi. Per raggiungere questo obiettivo, il piatto verrà diviso in due. Il piatto principale sarà costituito da chip fornite da ogni giocatore, fino all'importo messo da tutti i giocatori in "all-in". Tutti i chip in eccesso costituiscono un piatto "secondario", da cui non potranno attingere i giocatori che hanno fatto "all-in". Se c'è più di un giocatore attivo che non sarà in "all-in", si potrà continuare a puntare per concorrere a questo piatto "secondario". Se continuando a giocare altri giocatori attivi andranno in "all-in", verranno splittati ulteriori piatti con la stessa dinamica illustrata.

Ulteriori dettagli sugli split pot, i limiti di puntata, Blind e altri dettagli possono essere trovati sulla pagina puntate nel poker.

Lo Showdown

In teoria, sembrerebbe tutto semplice.

  • Se tutti i giocatori tranne uno hanno passato non vi è alcuno Showdown. L'unico giocatore attivo rimasto in gioco vincerà il piatto senza dover mostrare le proprie carte.
  • Se c'è più di un giocatore attivo alla fine,vincerà quello con la migliore mano (secondo il ranking spiegato sopra) vince l'intero piatto.
  • Se due o più giocatori attivi risultano avere la stessa mano vincente, dovranno condividere il contenuto del piatto in parti uguali.

Se ci sono dei piatti secondari, perché alcuni giocatori erano "all in", questi sono regolati in ordine inverso, a cominciare da quello che è stato creato più di recente.

In pratica, alcune complicazioni potrebbero insorgere.

Alcuni giocatori sono restii a essere i primi a mostrare le proprie carte: preferiscono aspettare di vedere le mani degli altri giocatori e poi mostrare le proprie carte solo se riescono a vincere. Per evitare una situazione di stallo tra i detti giocatori, la regola dice che il giocatore che è stato l'ultimo a prendere azioni positive (puntare o rilanciare) nel giro di puntate finali, deve mostrare per primo, seguito dagli altri giocatori attivi in ​​senso orario. Se invece tutti hanno fatto check o come si dice in gergo pokerista"checkato" all'ultimo round di puntate, il primo giocatore attivo alla sinistra del dealer di turno mostrerà per primo. Nonostante questa regola, per accelerare il gioco, i giocatori attivi sono incoraggiati a mostrare le proprie carte subito piuttosto che aspettare il loro turno.

In uno showdown, i giocatori che mostrano una mano devono esporre obligatoriamente 5 carte. Non è sufficiente a mostrare le carte quel tanto che basta per dimostrare che si ha una mano abbastanza buona per vincere. Nel showdown, i giocatori devono mostrare tutte le carte che hanno in mano, tutte in una volta, in modo che tutti al tavolo possono vedere ciò che hanno.

Ci sono giocatori che espongono le loro mani abbastanza spesso annunciano pure il tipo di mano che hanno, altri che invece dichiarano combinazioni più basse rispetto a quella effettiva. Sarebbe improbabile che ciò possa accadere in una variante di poker con cinque carte, ma nelle varianti in cui i giocatori selezionano la mano migliore da sette o più carte, o in cui le wild cards sono coinvolte, non è raro che possa succedere. Nei giochi di poker formali la regola è che "le carte parlano da sole". Questo significa che quando la mano di un giocatore è esposta al momento dello showdown, conta come la miglior mano di cinque carte che può essere da lui realizzata, anche se il proprietario della mano non la nota. E 'dovere del dealer o di qualsiasi altro giocatore che si accorge a sottolineare quale sia la mano migliore, ed è trattata come tale, indipendentemente dal modo in cui il giocatore che l'ha realizzata l'ha descritta. In alcuni giochi informali, tuttavia, la regola viene applicata all'inverso: i giocatori devono dichiarare quale sia la loro miglior mano, e provare che la mano dichiarata può essere realizzata con le carte mostrate, anche se una mano migliore era disponibile.

Alcuni giocatori preferiscono fare muck (scartare) senza mostrare le proprie carte quando si giunge allo Showdown. Questa è una pratica normale soprattutto nel poker online, ma tradizionalmente la regola vuole che ogni giocatore che ha giocato una mano, anche quello che ha foldato, ha il diritto di vedere la mano di un giocatore che è stato coinvolto nello showdown. Lo scopo della norma è principalmente quello di consentire di svelare eventuali collusioni tra i giocatori, è comunque considerato poco elegante insistere sul diritto di vedere una mano scartata senza una buona ragione. In particolare, un giocatore non deve continuamente chiedere di vedere la mano di un altro giocatore in modo da analizzare lo stile di quel giocatore di gioco o semplicemente per irritare il giocatore, e il vincitore del piatto non dovrebbe chiedere di vedere la mano di un perdente. Nei giochi di poker formali spesso la regola che da il diritto di vedere le mani nello showdown può essere revocato se abusata da un giocatore.

Varianti del poker

Ecco un breve riepilogo di alcuni delle varianti più popolari del poker. Un elenco più completo si trova sulla pagina Varianti del Poker.

Draw Poker

Five Card Draw è uno dei giochi più antichi e più noti del poker, ma è stato superato in popolarità da alcuni delle varianti più recenti. Ogni giocatore riceve una mano di cinque carte coperte. I giocatori guardano le proprie carte e vi è un primo giro di puntate, iniziato dal giocatore alla sinistra del dealer. Se tutti fanno pass (check), le carte vengono gettate e rimischiate, mentre il bottone del dealer viene passato a sinistra e un nuovo ante andrà ad incrementare il piatto.

Se il giro delle puntate è stato aperto, dopo il primo giro di puntate ogni giocatore a turno può scartare un qualsiasi numero di carte a faccia in giù, e viene distribuito un ugual numero di carte in sostituzione. Poi c'è un secondo giro di puntate, iniziato dal giocatore che ha aperto la puntata al primo giro, o se questo giocatore nel fratempo ha foldato dal giocatore attivo successivo a lui. Se più di un giocatore sopravvive al secondo giro di puntate, si andrà allo showdown.

Five Card Draw è giocato spesso con un requisito minimo di una coppia di jack per aprire ("Jacks or Better"). A volte si gioca con un mazzo da 53 carte contenente un jolly, che viene utilizzato come wild card (che può essere utilizzato per rappresentare qualsiasi carta) o un bug (che può rappresentare un asso o completare una scala o colore). Per ulteriori dettagli e varianti, vedere lapagina relativa al Draw Poker.

In Lowball o Low Poker, la mano più bassa in classifica vince il piatto. I giocatori devono essere d'accordo se gli assi possono essere considerati con il loro valore più basso per questo scopo, e se scale e i colori contano nel ranking. A seconda delle risposte, la migliore mano possibile sarà 5-4-3-2-A o 6-4-3-2-A (semi diversi) o 7-5-4-3-2 (semi diversi). Si noti che in una mano di "High Card" le carte sono ancora prese in considerazione in ordine dalla più alta alla più bassa, così in Lowball 8-6-5-4-3 batte 8-7-4-3-2 perché 6 è inferiore a 7. Il meccanismo delle puntate e tutto il resto è essenzialmente lo stesso come nel Draw Poker.

È possibile giocare anche altre varianti di poker ijn versione Low, ed è anche possibile giocare in modo da avere due vincitori: quello con la mano migliore e quello con la mano peggiore.

Stud Poker

Nelle varianti stud poker, alcune delle carte sono scoperte, e ci sono diversi giri di puntate durante la partita.

Nel Five Card Stud , il dealer inizia distribuendo una carta coperta a ciascun giocatore e poi una carta scoperta. I giocatori possono guardare le loro carte coperte. Il primo giro di puntate inizierà dal giocatore con la carta scoperta più alta. Five Card Stud si presenta a volte senza ante, in quel caso il giocatore con la carta più alta dovrà aprire con una puntata minima. Quando il giro di puntate è completo il mazziere distribuisce un'altra carta scoperta a ciascun giocatore e c'è un altro giro di puntate, iniziato dal giocatore che detiene la mano migliore sino a quel momento. Questa operazione viene ripetuta fino a che ogni giocatore avrà cinque carte - una a faccia in giù e quattro a faccia in su - e dopo il giro finale di puntate ci sarà uno showdown tra i superstiti.

Seven Card Stud è oggi più popolare rispetto ai giochi di poker a cinque carte. Ogni giocatore riceve (una carta alla volta) due carte coperte e una carta scoperta. Il primo giro di puntate inizia tradizionalmente dal giocatore con la carta scoperta più alta, ma alcuni gruppi di gioco danno al giocatore con la carta più bassa il compito di aprire con una puntata obbligatoria, chiamata bring-in. Dopo il primo giro di puntate uno a faccia in su carta(quarta strada o fourth street), viene distribuita a ciascun giocatore e c'è un secondo giro di puntate, questa volta sempre iniziato la mano più alta che mostra. Questa procedura viene ripetuta per i prossimi due carte scoperte(quinta strada e sesta strada ovvero fifth e sixth street). L'ultima carta (settima strada o seventh street), viene distribuita a faccia in giù, in modo che ogni giocatore ha quattro carte che mostrano e tre carte private: la prima, seconda e ultima. Dopo un ultimo giro di scommesse c'è una resa dei conti in cui i giocatori attivi mostrano tutte le loro carte, e il vincitore è il giocatore la cui mano contiene cinque carte che compone il migliore ranking.

Razz è una versione lowball di Seven Card Stud, in cui la più bassa di cinque carte vince il piatto. Gli assi possono essere usati come carte basse e le scale ed i colori non contano, per cui la mano più bassa è 5-4-3-2-A. Il primo giro di puntate inizierà con una puntata obbligatoria da parte del giocatore con la carta scoperta più alta; turni successivi sono iniziati dal giocatore con la combinazione più bassa composta con le carte scoperte.

Seven Card Stud è giocato spesso high-low. Le modalità di gioco sono identiche a quelle del classico Seven Card Stud, tranne che allo Showdown dove il ​​piatto viene diviso equamente tra la mano di cinque carte più bassa e la più alta.Un giocatore può usare un sottoinsieme diverso di cinque carte per concorrere sia alla mano più alta che per quella più bassa, così da vincere le due parti del piatto in un colpo solo. Spesso questo gioco viene giocato con la variante Eight or Better ovvero per concorrere alla mano più bassa non bisogna avere carte come l'otto se non superiori nella propria mano. Se non ci si qualifica per la mano più bassa, la mano alta prenderà l'intero il piatto.

Poker a carte comunitarie

Nelle varianti di poker a carte comunitarie, alcune carte sono scoperte al centro del tavolo e possono essere utilizzate da tutti i giocatori come parte della propria mano. Il gioco più noto fra questa tipologia di poker è il Texas Hold'em, che grazie ai tornei trasmessi in televisione verso alla fine del XX° secolo e il suo successo come un gioco online all'inizio del XXI° è diventata una delle più popolari varianti di poker in assoluto.

Nel Texas Hold'em il piatto viene normalmente avviato con due bui più comunemente chiamati blinds, ovvero due puntate obbligatorie poste in successione dai due giocatori alla sinistra del dealer. In genere il giocatore alla sinistra del dealer deve piazzare lo small blind e il giocatore successivo alla sinistra deve mettere il Big blind(il cui importo è generalmente doppio rispetto allo small blind). Ad ogni giocatore vengono poi distribuite due carte coperte a cui fa seguito il primo giro di puntate iniziando dal giocatore alla sinistra del big blind. I blind, anche se in realtà non lo sono, vengono considerati come normali puntate a cui i giocatori devono corrispondere almeno l'importo del big blind facendo Call oppure un rilancio che aumenterà la posta in gioco. Al primo giro di puntate il giocatore che avrà messo lo small blind, dovrà fare anchegli Call per coprire eventuali diffrenze con il Big blind. In ogni caso chi avrà versato il Big Blind, o in alternativa chi avrà rilanciato per ultimo, avrà l'ultima parola al primo giro di puntate.

Dopo il primo giro di puntate il mazziere distribuisce tre carte scoperte al tavolo(community cards), dopo di che vi è un secondo giro di puntate. Queste tre carte sono note come il flop. Ultimato il secondo giro di puntate, Il dealer provvederà a svelare la quarta carta scoperta, il turn a cui farà seguito il terzo giro di puntate, e poi una quinta carta scoperta, il River, seguita infine dal quarto e ultimo giro di puntate. Tutti i giri di puntate successivi al primo sono iniziati dal primo giocatore attivo alla sinistra del dealer. Allo Showdown ogni giocatore avrà sette carte a disposizione per poter comporre la migliore mano di poker da cinque carte: due carte coperte(pocket cards) e le cinque carte scoperte(community cards) che sono condivise tra tutti i giocatori. Questo può dare origine a parecchi Split Pot, ovvero suddivisioni del piatto. Ad esempio le carte sul tavolo sono 5-5-5-K-7, un giocatore ha AK e un altro ha K-3. Dal momento che nello Showdown possono essere utilizzate solo cinque carte, i giocatori che avranno realizzato il Full house 5-5-5-KK condivideranno il piatto in parti uguali.

Omaha è un altro poker a carte comunitarie che suscita parecchio interesse in quanto richiede parecchia straegia. Dopo che i bui sono stati collocati, ogni giocatore riceverà quattro carte coperte. Le puntate e tutte le altre dinamiche di gioco sono simili al Texas Hold'em: un giro di puntate, tre carte del flop scoperte e un secondo giro di puntate, il Turn e un terzo giro di puntate ed infine il River e l'ultimo giro di puntate. Nello Showdown, ogni giocatore potrà usare solamente due delle quatttro pocket cards, da associare tre community cards delle cinque sul tavolo per ottenere la miglior mano di poker.

Una variante popolare èl'Omaha Hi-Lo / 8, che si gioca come l'Omaha ad eccezione del fatto che il piatto viene equamente suddiviso tra le mani più alta e quella più bassa allo showdown. I giocatori possono utilizzare diverse carte per il punto alto e per quello basso, ma sempre due carte dalle pocket e tre dalle community. Quando si confrontano gli assi, nelle mani basse sono considerati bassi e le scale ed i colori non contano. Per poter vincere metà del piatto con la mano più bassa, nessuna delle cinque carte potrà essere un otto o superiore ad essa. Se non qualificherà nessuna mano bassa, l'intero piatto andrà alla mano più alta.

Compendio alle Varianti del Poker

Piuttosto che giocare una sola variante del poker, molti giocatori preferiscono variare praticandone diverse all'interno di una stessa sessione di gioco. Per questa ragione, generalmente quando si gioca a poker in contesti privati o a casa fra amici, la scelta su quali e quante varianti utilizzare è solitamente del dealer. Ogni dealer a sua volta annuncia, ovviamente prima che gli ante siano posti, quale variante sarà giocata. In questo modo, di volta in volta, tutti avranno la possibilità di giocare alla propria variante preferita. La maggior parte dei gruppi utilizzeranno un repertorio di varianti che si giocano regolarmente, per cui l'annuncio da parte del dealer potrà essere recepito abbastanza velocemente senza troppi intoppi. Così spesso tra le varianti tra una mano ed un'altra vedremo comparire Guts , 7-27 or Bourré.

Casinò e sale da gioco online a volte offrono giochi in cui vengono giocate diverse varianti di poker in successione. Un esempio molto popolare è quello dell'HORSE in cui come suggerisce la sigla in successione vengono giocate le varianti Texas Hold'em, Omaha Hi-Lo/8, Razz, Seven Card Stud e Seven Card Stud Hi-Lo, Eight or Better.

Irregolarità

Nel poker non ci sono regole assolute che possano far fronte a qualsiasi irregolarità o presunta tale. La maggior parte delle regole provvederà perlopiù a regolamentare e risolvere le problematiche più comuni , e lascia alla casa o al dealer se si gioca informalmente, decidere e risolverea nella maniera più equa e cercando di non disturbare lo svolgimento del gioco. Qui troverete alcuni principi generali.

Azioni significative

Le azioni che possono essere contemplate nel poker sono pass, bet, check, raise, all in o fold. Se due o più concorrenti hanno messo in atto un'azione, questo constituirà un azione significativa. Una volta distribuite le carte e un azione significativa è stata messa in atto, il gioco dovrà necessariamente essere portato a termine.

Problemi con la distribuzione

In base alle regole, qualsiasi errore nella distribuzione iniziale, come dare troppe carte o troppo poche a qualsiasi giocatore, omettere la tagliata del mazzo o scoprire una carta prima che abbia luogo un'azione significativa, comporta che le carte vengano mischiate nuovamente.

In una partita di poker informale, i giocatori possono convenire di rifare le carte se qualcosa dovesse andare storto e questo possa essere motivo di perdita di tempo. Se invece si è tutti daccordo e capita ad esempio che che uno dei giocatori ha ricevuto una carta in meno può essere data la carta mancante, mentre ad un giocatore che ha una carta di troppo, tenendole a faccia in giù lascia che un altro giocatore rimuova una carta a caso fra le sue; questa carta sarà rimescolata nel mazzo.

In alcune partite di poker tra amici, se il giocatore che viene di turno a dare le carte sbaglia nella distribuzione più di due volte consecutivamente, il dealer si sposta automaticamente di una posizione, mentre al mazziere sbadato può essere richiesto di pagare una penale, come l'importo del piatto.

Dopo un'azione significativa ha avuto luogo, le carte non possono più essere ridistribuite. I giocatori devono controllare già alla partenza che abbiano il giusto numero di carte. Un giocatore che ha un numero errato di carte allo Showdown non può vincere il piatto.

Protezione delle carte

I giocatori sono responsabili non solo riguardo al controllo del numero di carte ricevuto dal dealer, ma anche della custodia delle stesse. Le vostre carte dovranno sempre essere coperte dalla vista dei vostri avversari, anche quando starete scartandole o abbandonando il gioco.

Carte scoperte

I giocatori non devono esporre deliberatamente le proprie carte. Ogni carta accidentalmente mostrata a qualsiasi giocatore (o dal mazzo o dalla mano di un altro giocatore) deve essere immediatamente mostrato a tutti i giocatori.

Azione fuori turno

I giocatori devono stare attenti a non indicare la loro azione (check, raise, fold, ecc) prima del loro turno. Se un giocatore lo fa accidentalmente, allora questo si impegnano a intraprendere quell'azione quando vverrà il suo turno.

Inganno e collusione

I giocatori non devono consigliarsi l'un l'altro, e tantomeno non dovranno prodigarsi all'aiuto di nessun altro dei presenti al tavolo in alcun modo. Ogni giocatore deve giocare da solo, nel suo proprio interesse. Giocando in modo tale da aiutare un altro giocatore è noto come collusione ed è considerato una forma di inganno e sarebbe motivo per essere espulsi da un gioco formale.

Altri siti Web con regole di poker e glossari

Una serie molto dettagliata di regole concernenti le procedure di gioco, come affrontare le irregolarità, e così via, possono essere trovate sul sito americano di Bob Ciaffone.

Il portale di informazione Oltreilpoker.it oltre a fornirvi le regole del poker dettagliate e valide sia per le sale da gioco che per le partite in casa, vi offre un ottimo glossario dei termini del poker.


Questa traduzione è curata da Oltreilpoker.it